Diritto penale 2014 - 2015

CFU: 12

Ore Totali: 75

CdL: LM Giurisprudenza

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA SCHEDA DATI A.A. 2014/2015 PROF. LUIGI FORNARI Insegnamento Diritto penale I, non articolato in moduli, 12 CFU, anno accademico 2014/2015, I e II semestre. Docente Fornari Luigi, l.fornari2010@gmail.com, ricevimento il venerdì prima della lezione. Descrizione del corso Il corso riguarda la parte generale del Diritto penale, cioè l’insieme delle norme e dei principi, anche costituzionali, che riguardano e limitano l’applicazione delle disposizioni incriminatrici del codice penale e delle leggi speciali in materia penale. Obiettivi del corso e risultati di apprendimento attesi Il corso serve a conferire agli Studenti, anche attraverso continui riferimenti all’ applicazione delle norme incriminatrici di parte speciale, la consapevolezza della tipica funzione di garanzia della legge penale e degli istituti generali che la compongono (causalità, dolo, colpa ecc.), anche in funzione di limite posto agli scopi preventivi tipici del diritto penale. Programma Il ruolo del diritto penale: sanzione penale, sanzione civile, sanzione amministrativa - La funzione della pena e i vincoli costituzionali – Il c.d. sistema del doppio binario: pena e misure di sicurezza – Il sistema delle misure di prevenzione - Il bene giuridico – I principi di sussidiarietà, offensività e proporzione - I principi costituzionali espressi in materia penale – Il principio di legalità e le sue articolazioni: riserva di legge, irretroattività, determinatezza, divieto di analogia – Diritto penale e normativa sovranazionale - La teoria del reato – Soggetto attivo e soggetto passivo – Societas delinquere non potest? La responsabilità amministrativa dell’ente ex d.lgs. 231/2001 - Il reato come fatto tipico, antigiuridico e colpevole – A) La tipicità: azione, evento e rapporto di causalità – I reati di pericolo – Il reato omissivo – Il tentativo - Il concorso di persone – B) L’ antigiuridicità e le cause di giustificazione del fatto – C) La colpevolezza: l’ imputabilità; il dolo e l’ errore sul fatto; la colpa; la conoscibilità della legge penale – La tensione fra principio di colpevolezza e responsabilità oggettiva – Le circostanze del reato – Le articolazioni del sistema sanzionatorio – Le misure patrimoniali Stima dell’impegno orario richiesto per lo studio individuale del programma 300 ore per una buona preparazione Metodi insegnamento utilizzati Lezioni frontali tradizionali Modalità di frequenza La frequenza non è ovviamente obbligatoria per poter sostenere l’esame, ma è vivamente consigliata. Modalità di accertamento della preparazione L’esame sarà svolto in forma orale. Lo studente dovrà dimostrare comprensione degli argomenti, sensibilità rispetto alle peculiarità della materia, capacità di esporre con adeguata terminologia giuridico-penale e di operare opportuni collegamenti, soprattutto con i principi costituzionali.


Risorse per l’apprendimento oltre a un codice penale aggiornato: MARINUCCI G. – DOLCINI E., Manuale di Diritto penale. Parte generale, Giuffré, Milano, ultima edizione disponibile oppure, in alternativa, PULITANO’ D., Diritto penale, Giappichelli, Torino, ultima edizione disponibile In aggiunta, è altamente consigliata la lettura di: STELLA, Giustizia e modernità, Giuffré, Milano, III edizione, 2003, pp. 195-397

Nessun allegato disponibile